Network Bar

domenica 1 giugno 2003

Montecarlo 2003... e altre storie

Chi ha assistito al gran premio di Monaco di quest'anno ha certamente avuto l'impressione, per come sono andate le cose, che Schumacher sr. abbia perso il gran premio non tanto per la scelta strategica di fare alcuni (non pochi, in verità) giri in più rispetto agli avversari, ma perché il nostro grandissimo Trulli, sul giro secco, è riuscito a tirare fuori dalla sua vettura anche l'anima: sarebbe bastato, per il tedesco della Ferrari, trovarsi davanti a Trulli, e non dietro, per non perdere quella decina di secondi che nel finale è stato costretto a recuperare (anche se il recupero è stata più una mossa psicologica contro i rivali che un vero tentativo di vincere).
Intanto, in Italia, mentre i corridori del Giro 2003 affrontavano l'ultima tappa (a cronometro), a poche centinaia di metri un aereo privato, in avaria, cadeva sul terreno portando la morte agli unici due passeggeri del veicolo... festa e dramma in uno spazio ristretto... gioia per una vittoria (di tappa per Gonchar) e di classifica (per Simoni) e dolore per una perdita (dei familiari delle vittime)... la vita è anche questo...

Nessun commento:

Posta un commento