Network Bar

venerdì 19 dicembre 2003

Varia umanità

Sono andato, questa mattina, a consegnare le carte utili per l'iscrizione al 2° anno di dottorato. Tra queste c'era anche copia dei bollettini postali delle varie tasse. Ho pagato 168,88 euro, perché sono vincitore del concorso ma senza borsa di studio. Se avessi avuto la borsa, la quantità da pagare sarebbe stata 13, 94 euro (escluse le spese postali). Certo, posso andare a pranzo gratis, perché il centro commerciale, che gestisce il servizio mensa, ha ritenuto il reddito della mia famiglia sufficientemente basso da darmi questa agevolazione, ma fino a poco tempo fa non avrei potuto neanche provare a chiedere un tale permesso, considerando che il tesserino per la mensa aveva prezzo fisso per tutti i dottorandi.
Forse è preferibile pagare la mensa ma avere una borsa di studio, o forse è preferibile pagare le tasse al completo e avere la mensa gratis, certo è che anche l'associazione all'INFN, che ho potuto chiedere grazie al tipo di ricerca che ho scelto di fare, scadrà dopo un anno dalla data di inizio sempre a causa del fatto che sono un dottorando senza borsa.

Nessun commento:

Posta un commento