Network Bar

domenica 5 settembre 2004

E cosa ci faceva lì in mezzo?

A volte succedono cose strane. Come ad esempio che un'auto si ritrovi in mezzo alla strada, parcheggiata in sosta, ferma.
Fin qui niente di male. La cosa assurda è che, su quella strada, si stava svolgendo una corsa. Non una corsa pedestre, badate bene, ma una ciclistica, con i corridori che sfrecciano ad alta velocità sulla strada.
Sul percorso c'è del vento forte, che costringe il gruppo a sistemarsi a ventaglio e, per colmo di sfortuna, procedono anche contromano rispetto all'auto parcheggiata (anche se questo avrebbe fatto ben poca differenza). Il risultato è un incredibile urto di una parte del gruppo (una decina di corridori o poco meno) che finisce a terra perché, parcheggiata al lato della strada, in ordine e tranquilla, c'era un'auto, dove non doveva essere, perché c'era una corsa in svolgimento.
E tutto poteva finire lì. Ma purtroppo non è così, con un giovane, Valoti, all'ospedale, con un taglio così profondo da richiedere ben 150 punti di sutura e una lunga serie di altre escoriazioni.
La sfortuna, certamente, è stata grande, ma un caso avverso non impedisce di chiedersi cosa ci faceva, lì in mezzo, un'auto durante una corsa di biciclette in un giorno di vento.

Nessun commento:

Posta un commento