Network Bar

martedì 12 ottobre 2004

16. Metro-heap

Quindi il rinascimento ha introdotto l'età della ragione, che ha sostituito lo spiritualismo con il materialismo.
Sarà stato allora che i programmi umani sono cambiati dall'idea di un cammino spirituale a un progresso fisico quantificabile...
E' nostra opinione che sia naturale.
Il mondo della realtà materiale
Doveva crescere in beni e sapienza
Prima di pensare ad una coscienza.

Ma senza un'anima da contrappeso,
Il fine a cui il materialismo è proteso
Nel fior dell'industria si può trasporre:
La sedicesima carta, la torre.

Come Babele che non toccò il cielo,
Ogni torre dell'uomo crolla in sfacelo.
Un fulmine scende dal cielo splendente
E ricorda che c'è un solo onnipotente.

Il materialismo in ascesa globale
Crolla per la prima guerra mondiale.
La saetta scoppiata sui cieli d'Europa
Dà all'ideale di industria un colpo di scopa.

Il suo epico sogno, il suo grande piano,
"La scienza al servizio del genere umano",
Muore come predetto da ogni Cassandra,
Tra il filo spinato e il fango di Fiandra.

La società industrial perde la testa
Nella ferocia di quella tempesta.
Saette di guerra dalle azzurre volte
Fanno crollar le città, nel fumo avvolte.


(da Metaphore, di Alan Moore e J.H.Williams III, su ABC#13, ed.Magic Press, trad.Leonardo Rizzi, il grande!)

(trad. titolo: balzo metropolitano)

(nota: per i colori vedi Promethea)

Nessun commento:

Posta un commento