Network Bar

domenica 31 ottobre 2004

18. Earth Mope

La ripresa spirituale dopo la guerra ha concesso un barlume di luce... ma il fatto che sia rappresentata come una stella indica che è ancora minuscola e circondata dalle tenebre.
Sono le tenbre degli atroci eventi
Della strada oscura del secolo venti,
In cui spicca un orrare osceno, corrotto,
A lume di Luna, la carta diciotto.

Illustra la carta l'oscura ora
Più aspra per l'uomo, pria dell'aurora.
Hiroshima, Auschwitz, ogni sciagura,
Ogni tirannide la luce oscura.

Tutti i tarocchi hanno un ordine arcaico
Corrispondente all'alfabeto ebraico
E Questa carta lunare specifica
Corrisponde a qoph, che "nuca" significa.

L'inconscio dell'uomo è così sottinteso,
Il suo lato illogico, oscuro, incompreso.
Della Luna vediam la faccia più oscura,
Gli inferi d'Ecate, della paura.

Regna il dolore per più d'una decade
Nell'incubo tertro del regno di Ecate.
Aumentan le testate nucleari
Ai suoi raggi esangui, crepuscolari.

Sull'uomo una nube di dubbio è sospesa:
Si spegnerà la sua fiamma, appena accesa?

L'uomo pensa alla fine sempre più spesso.
Lo stesso pianeta sembra

(da Metaphore, di Alan Moore e J.H.Williams III, su ABC#13, ed.Magic Press, trad.Leonardo Rizzi, il grande!)

(trad. titolo: la depressione della terra)

(nota: per i colori vedi Promethea)

Nessun commento:

Posta un commento