Network Bar

mercoledì 29 dicembre 2004

E a casa nostra?

Come detto ieri, nell'Oceano Indiano si soffre ed il conto dei morti non fa che aumentare (si è arrivati a 100.000 almeno), mentre in Campania continua, dopo 5 anni (se non ricordo male) l'emergenza allagamenti. Nelle zone di Sarno la gente viene ancora oggi allontanata dalle proprie case, perché non si riescono a completare i lavori di consolidamento.
E mentre le istituzioni continuano a dire che, presto (speriamo prima del completamento del Ponte di Messina!) tali lavori verrano portati a termine, le genti di quelle zone continuano a spostarsi come se vivessero nel Terzo Mondo e non in un membro emerito del G8!
Nota finale: la puntata appena conclusa di Superquark ha parlato del disastro di Pompei ed Ercolano nei primi anni del 70 d.C., ed ha concluso con gli attuali studi di monitorizzazione del Vesuvio. Speriamo che almeno in questo caso non si arrivi, nella malaugurata occasione di una nuova e devastante eruzione, all'ultimo momento per salvare le persone e poi non essere testimoni dell'ennesima strage naturale, in cui si potevano salvare tutti e non se ne è salvato nessuno.

martedì 28 dicembre 2004

Giorni terribili

Sono quelli che stiamo vivendo in questo periodo a causa del maremoto che ha causato così tanta morte e distruzione nel cuore stesso dell'Oceano Indiano, provocando danni anche lontano dall'epicentro.
Anche alcuni nostri connazionali sono morti (per ora sono solo 13, e speriamo che restino tali), e proprio in Italia c'è, nel frattempo, Mastella che lascia il CentroSinistra, che subito inizia opere di ricucitura, mentre il CentroDestra inizia a cantare come suadente sirena. Nel frattempo, in Calabria, a Cosenza, sembra che TrenItalia voglia disimpegnarsi sempre di più, senza voler migliorare il servizio ed assumere le persone necessarie a migliorarlo. Nessuno protesta o si fa sentire, mentre all'inizio del mese, solo perché il governo aveva deciso di tagliare un certo numero di forestali in esubero (sono 11.000, e non riescono ad evitare i disastri idrogeologici), la regione restò bloccata.
TrenItalia, ora, gli dimostra che la regione può tranquillamente restare bloccata: per lei non ha alcuna importanza!
(Nota: in effetti l'idea sembra quella di togliere treni ed inserire servizi bus sostitutivi, decisamente più lenti e soggetti al traffico urbano ed extra-urbano. Non so se la soluzione sia identica, ma certo non è accettabile, e forse le istituzioni dovrebbero fare qualcosa in più).

Dimentichiamoci, però, per un momento dei nostri problemi e beghe quotidiani e mandiamo una preghiera per le persone, che, in questi giorni sono morte, disperse o semplicemente stanno vivendo nella situazione difficile di questi giorni terribili.

lunedì 27 dicembre 2004

Mistero in Vaticano

Dopo un lungo periodo, sono finalmente riuscito a completare la lettura di un interessante giallo che parte dal Vaticano per concludersi a Milano con la morte di uno stilista di successo, con un segreto non divulgabile, per il quale è stato costretto ad uccidere.
Prima in Vaticano, come detto, poi fulminando sotto una doccia un uomo della sicurezza del Vaticano, quindi gettando giù dal treno un amico che rischiava di tradirlo. Il tutto inventando ed utilizzando una fantomatica società segreta all'interno dei Cavalieri di Malta: la Cabala.
Il romanzo, infatti, scritto da Michael Dibdin, ruota intorno a questa fantomatica società che, all'interno dei Cavalieri di Malta, cerca di curare i propri interessi. In realtà sono un gruppo di faccendieri, dietro i quali si nasconde uno stilista che, in realtà, sfrutta l'inventiva della sorella folle, e che hanno deciso di inventare la Cabala per avere, in cambio, l'appoggio inconsapevole del Vaticano nella loro frode al fisco.
Il romanzo, resta, comunque, interessante ed avvincente, forse anche troppo scorrevole, ma certamente non ha la forza evocativa di quel capolavoro che porta il nome de Il pendolo di Foucault.

domenica 26 dicembre 2004

Auguri da Mafalda

(Mafalda e la madre stanno guardando il presepio)
Mafalda: Dunque il Natale è come se fosse il suo compleanno?
Mamma: Certo!
Mafalda: Ma allora i regali di Natale dovrebbero essere per lui! Perché sono per la gente se è lui a compiere gli anni?
Mamma: Perché la gente dimostra la sua gioa per il suo compleanno regalandosi cose! E' una tradizione!
Mafalda: Io direi piuttosto che è un tradimento!
(by Quino)

(Nota: l'ho postato oggi e non ieri, per due motivi: ieri non ero collegato e, poi, ho letto la striscia solo ieri sera!)

venerdì 24 dicembre 2004

giovedì 23 dicembre 2004

21. Heart Poem

A-allora il mondo come lo conosciamo finirà entro il 2017? E cosa succederà dopo?
Ehm, e mi ricordate di nuovo che è l'uno e chi l'altro...?
E' l'ultima carta del nostro mazzetto
(Quello bello è Gigino, l'altro è Gigetto.)

E' appen cominciato un nuovo Universo
Che nella carta ventuno è riverso.
Se dieci sfere aggiungi e la carta zero,
Compare il trentaduesimo sentiero.

Dalla Terra alla Luna va questa via
Che svela un ballo tra carne e fantasia.
La serpe terrestre del DNA
Danza col sogno, la lunare deità.

Dalla Terra, l'umanità si raduna
Nell'immaginario del regno di Luna.
(I giochi e il lavoro hanno luogo di già
In sempre più spazi di virtualità.)

Dai campi di guerra della sostanza,
In questa terra di sogno l'uomo avanza.
Lì alzeremo gli occhi, Guarderem corridoi
Infiniti dell'anima, sopra di noi.

Sii felice! Questo è il tempo promesso,
La Terra in un regno eccelso fa ingresso.
La danza eterna dell'immaginazione
E' il retaggio della tua popolazione.

L'immaginazione è la strategia
Per entrare nel mondo della magia.
Trovano i versi dell'uomo in questo clima
La più soddisfacente, l'ultima rima.


(da Metaphore, di Alan Moore e J.H.Williams III, su ABC#13, ed.Magic Press, trad.Leonardo Rizzi, il grande!)

(trad. titolo: la poesia del cuore)

(nota: ma non era il 2012?)

martedì 21 dicembre 2004

[1772]

Non fatemi aver sete con il vino alle labbra,
né mendicare con le ricchezze in tasca.

(di Emily Dickinson, trad. Alessandro Quattrone)

lunedì 20 dicembre 2004

Una spolveratina

Mamma: Mafalda!
Mafalda
: Vengooo...
Mamma: Visto che ti sei messa ad aiutarmi, passa il piumino sul mappamondo, ti pare?
Mafalda (dopo aver guardato il mappamondo): Pulisco tutti i paesi, o solo quelli che hanno governi cattivi?
(Quino)

domenica 19 dicembre 2004

Pearl Days

Oggi faccio dei semplici auguri di compleanno ad un mito dell'universo musicale, una musa della canzone, una scrittrice sopraffina e d una voce meravigliosa (sentire per credere): la mitica Elisa Toffoli.
Buon compleanno e che ogni giorno possa essere un giorno di perla, una goccia nel mare...

domenica 12 dicembre 2004

Storie d'Italia

Claudio Nalin, che ha conosciuto Padre Pio, il futuro papa Albino Luciani, oggi pensionato di Bolzano, è stato accusato di violenze in famiglia dal suo figlio (di 7) maggiore. Secondo questo ragazzo (che ora ha 28 anni), il padre li puniva con metodi violenti e duri molto spesso. Ad un certo punto Massimo dice:
Non dimenticherò mai quanto accadde un giorno a uno dei miei fratelli, Giovanni o Giuseppe. Aveva mangiato un dolce senza autorizzazione: la ritorsione fu pesantissima. Mio padre lo prese e gli ficcò la testa in una bacinella colma d'acqua, tenendolo fermo sino ai primi sintomi di soffocamento.
Al che il padre, anc'egli non ricorda il punito, risponde in un'intervista a Il Giornale:
Gli ho solo messo la testa un attimo sotto l'acqua corrente del rubinetto per rinfrescargli le idee.
Il genitore, continua, ha utilizzato poi questi sistemi educativi certamente estremi solo in rare occasioni, trovandosi, oggi, al suo fianco non solo la moglie, ma anche gli altri 6 figli (tre maschi e tre femmine, queste ultime suore). Certamente si può discutere sull'opportunità, ma certamente i figli, quando disubbidivano, sapevano a cosa sarebbero andati incontro e se non l'avessero saputo, avrebbero continuato a disubbidire.
Certo restano le accuse (cui è risultato colpevole, in primo grado), ma come non si può credere ad un uomo che dice di amare i figli e conclude:
Come potrei fare la comunione altrimenti?
rispondendo alla domanda se egli ha detto la verità.
Nell'intervista, infatti, con grande pacatezza, conferma che le punizioni sono state sporadiche e sempre motivate dai comportamenti disubbidienti dei figli.

domenica 5 dicembre 2004

Generi cinematografici

Brigitta: Miss Paperett! Vi manda Paperonuccio per invitarmi a cena?
Miss Paperett: Ehm... voi vedete troppi film di fantascienza!

(da Premiata ditta Filo&Brigitta - Squadra vincente... si cambia! di Gaja Arrighini e Silvia Ziche, da Topolino n.2550)

sabato 4 dicembre 2004

E diaciamo... arrivederci!

Sarà sicuramente un arrivederci con Un medico in famiglia, anche se forse le possibilità di una nuova serie dipendono tutte dalla voglia di Giulio Scarpati di ritornare a vestire i panni del dr.Martini. Perché una nuova serie, con l'Ospedale famiglia senza il suo primario, non credo che avrebbe senso farla.
In definitiva, però, questa è stata la serie migliore: tutti gli attori hanno recitato al meglio delle loro possibilità, dimostrandosi sempre all'altezza di ogni situazione e tirando fuori da se stessi tutto il loro potenziale.
Ci mancheranno sicuramente...

venerdì 3 dicembre 2004

20. Meet Harpo

Quindi l'esplosione psichedelica degli anni sessanta è stata importante, comunque sia finita.
Forse, essendo stata la generazione più grande di tutti i tempi, ha influenzato ciò che è avvenuto dopo. Quelle idee circolano ancora oggi...
Le idee dovranno all'uomo anche servire,
Prima o poi, nei vent'anni là a venire.
E' allor che la carta venti avrà inizio,
L'eone, che è anche l'ex giorno del giudizio.

L'Apocalisse di "fine" ha l'accezione,
Ma vuol dire anche solo "rivelazione":
Il mondo delle nostre idee, di rose
Che ardono di informazioni luminose.

La conoscienza dell'uomo raddoppia
Dopo un pò meno di due anni in coppia,
Negli ultimi ci son state più conquiste
Di quanto prima se ne siano mai viste.

Nel duemiladiciassette, a questo mondo,
Il raddoppio avverrà ogni secondo.
Sarà questo il vertice dell'informazione:
Il suo fuoco brucia e dà rivelazione.


Cade nel mondo, ma poi un'altro prende il volo.

Un eone brucia in questa gran conoscenza,
Dalle ceneri nasce un'altra coscienza.

Narra Crowley, quando battute non dice,
Che Harpocrate l'ultimo eone predice.
La fine del mondo sarà l'attributo
Allora di Harpocrate, del dio muto.


(da Metaphore, di Alan Moore e J.H.Williams III, su ABC#13, ed.Magic Press, trad.Leonardo Rizzi, il grande!)

(trad. titolo: ti presento harpo)

(nota: per i colori vedi Promethea; i serpenti parlano di un Crowley che dice battutte perché nella striscia in fondo di ciascuna tavola Moore e Williams gli fanno raccontare una barzelletta. Riguardo Harpocrate: viene definito dio muto in omag

mercoledì 1 dicembre 2004

Giornata mondiale contro l'AIDS

Ancora oggi l'AIDS e' una malattia soprattutto africana, anche se sta prendendo sempre piu' piede in Occidente.
Ancora oggi la lotta contro l'AIDS e' soprattutto una lotta di prevenzione e cultura.
Ancora oggi e' la giornata mondiale per la lotta all'AIDS.