Network Bar

venerdì 5 settembre 2008

Dopo aver tolto un po' di giudizio

E rieccomi qui, dopo qualche giorno passato a Praia a Mare, alla clinica maxillo-facciale San Luca, per togliere un paio di denti del giudizio. Da adesso la programmazione del blog continuerà come al solito, altrenando citazioni, minirecensioni, discussioni su vari argomenti.
Il soggiorno forzato, alla fine, mi ha lasciato come ricordo 4 o 5 punti nelle gengive, ma mi ha anche permesso di portare avanti la lettura di Nemrod, con gli ultimi 3 numeri, devo dire veramente molto belli e tutti uno conseguente all'altro, molto legati tra loro e con profondi richiami alla continuity della saga, e soprattutto recuperare Neve, la splendida Leggenda di Batman disegnata, su testi di Dan Curtis Johnson e J.H.Williams III (il disegnatore di Promethea), da Seth Fisher. In questa edizione la Planeta non nasconde le cause della morte del cartoonist statunitense trapiantato in Giappone: suicidio.
Lasciando da parte ciò per un momento, la Leggenda si caratterizza per raccontare in maniera più diffusa le origini di Mr.Freeze e il primo tentativo di Batman di crearsi una squadra. D'altra parte i disegni di Fisher risultano secchi e nervosi al punto giusto (veramente bello il suo Batman, più agile che ipertrofico, per una volta!). Le atmosfere un po' folli della storia, soprattutto quelle del folle dialogo tra Victor Fries e la moglie morta Nora sono poi psichedeliche al punto giusto, ottime per rappresentare la follia di un personaggio come Freeze. Non dimentichiamo, poi, quanto Fisher ricordi nel tratto, nelle deformazioni dei personaggi, nelle scelte stilistiche di contorno, il nostro Jacovitti: una grande perdita di un grande autore che ci ha lasciato, però, poche ma buone opere.
E ora vi lascio, in attesa dell'inizio de Il leone, la strega e l'armadio!

Nessun commento:

Posta un commento