Network Bar

giovedì 20 novembre 2008

Il gelo

Non siamo qui per registrare l’Onda, dell’Onda noi ne abbiamo parlato dall’inizio, non possiamo continuare su questo. La puntata sarà su tangentopoli, parentopoli e la truffa all’Università della Calabria.

Così si rivolge Sandro Ruotolo, giornalista di Anno Zero, a uno dei precari invisibili dell'Unical incontrati sul ponte Bucci: la sua presenza nei giorni scorsi all'Università della Calabria non è, quindi, legata alle manifestazioni di protesta contro il governo italiano e le gerarchie accademiche sempre più bloccate, ma punta l'attenzione contro gli scandali nell'Università della Calabria, di cui si parlerà a margine della corruzione nell'accademia messinese, decisamente più pesante rispetto a quella nella nostra città.
Interessante come, nonostante la mia segnalazione sul post che abbiamo pubblicato su Stipaturi, Anno Zero non solo non ha considerato opportuno ricontattarmi per ringraziarmi della segnalazione o per che altro, ma adesso ritiene opportuno parlare della nostra Università non per il contributo che diamo alla ricerca o per le richieste specifiche dei suoi studenti e precari, ma per i pochi fatti negativi presenti nell'ateneo.
Sarà ancora più interessante vedere se nella puntata sulla corruzione universitaria a Messina si menzionerà il corteo contro la mafia che si è tenuto (almeno secondo l'edizione del 17 Novembre 2008 di Calabria Ora) due giorni fa.
A questo punto, in conclusione di post vi sottopongo il testo introduttivo della mia e-mail inviata ad Anno Zero:
Buongiorno. Sono Gianluigi Filippelli, uno degli autori e creatori del blog Stipaturi, blog a carattere locale che ha pubblicato un articolo sulla manifestazione di ieri tenutasi all'Università della Calabria. Vi inoltro il post per segnalarvi una delle realtà che in questi giorni è rimasta in silenzio (tra l'altro è anche una delle poche università italiane a mantenere un bilancio in attivo).

Vedremo questa sera come andrà a finire...

Nessun commento:

Posta un commento