Network Bar

giovedì 28 maggio 2009

Citazioni da Ciarrapico

Mentre cercavo di scovare maggiori informazioni su una video intervista di Borsellino, di cui vi parlerò in altra occasione e che ha probabilmente generato un bel po' di traffico su Scoperte su internet semplicemente scrivendo nel titolo del post che il video era stato censurato (cosa di per sé falsa), sono incappato in una serie di citazioni pubblicate su guerrilla radio tutte uscite fuori dalla bocca di tale Giuseppe Ciarrapico, esponente della destra italiana, se mai c'è stata.
Le copio-incollo da quel sito:
"Sono nato in camicia nera e morirò in camicia nera"

"Il fascismo mi ha dato sofferenze e gioie. Mai rinnegato, mai confuso, mai intorpidita la mente da pensieri sconclusionati e antistorici".

"Ma questa destra smacchiata a Fiuggi chi la vole? La verità é che An é diventata 'na monnezza, gliel'ho detto a Fini: "Alle prossime elezioni i nostri, che son rimasti fascisti nell'anima, non ti voteranno più, mejo Berlusconi"... Sono troppo fascista per assistere a questi bla bla... Creda a me. An potrà pure sedere a tavola ma non al tavolo che conta. A me la gente che cambia idea nun me piace. Nell''83 Fini faceva il saluto romano... E i nostri non lo voteranno più. Voteranno Berlusconi. Sul piano umano é meglio. E' uno che non ha mai celebrato la Resistenza.."

"'sta destra imbalsamata... Ma chi la vole? E' 'na monnezza... Del resto diciamocelo in faccia, la democrazia non é certo il migliore dei sistemi... Fini é un ometto impettito e deprecabile, un islamico-sionista, un furbetto... Guardi, io quell'uomo l'ho sempre detestato, An non esiste più, finita. La destra nn esiste più, e Fini non é il colpevole unico, il resto della truppa non é diversa da lui, Gasparri tiene famiglia, La Russa poi.."

(Giuseppe Ciarrapico)

E infine eccovi il video di Elio e Le storie Tese del concerto a Parco Sempione in cui, alla fine, si divertono con il Ciarrapico di cui sopra:

Nessun commento:

Posta un commento