Network Bar

lunedì 14 settembre 2009

Andamento lento

Però ha comunque portato sul podio, anche grazie all'incidente di Luis Hamilton che, non si sa se per via dell'erba sintetica bagnata o per colpa di un qualche guasto meccanico, è stato costretto al ritiro dal Gran Premio d'Italia proprio all'ultimo giro!
In ogni caso sembrava di essere, comunque, ai bei tempi, con la festa rossa per Kimi giunto terzo, ma soprattutto con una vecchia conoscenza sul gradino più alto, Rubens Barrichello. Tra l'altro il suo citare, in conferenza stampa, di quanto è stato bello vedere tutti quei tifosi in rosso anche se non in bianco (questa secondo me l'ha aggiunta per non offendere troppo i colori della nuova scuderia, ma non credo che il suo capo, il mitico Ross Brawn, si sarebbe offeso più di tanto), è indicativo di quanto sia rimasto rosso dentro!
Il suo compagno di squadra, in testa alla classifica mondiale, Jenson Button, arriva buon secondo, mentre Fisico ottiene un onorevolissimo nono posto: la sua gara è stata ovviamente problematica a causa dei noti limiti della Ferrari e dei problemi avuti da entrambe le vetture con le mescole più dure.
Ed ecco: piuttosto che parlare della classifica, di una gara che ha riservato emozioni solo nella partenza e nei primi giri, e in qualche sporadico errore dei piloti dovuto più che altro al loro desiderio di animare una corsa noiosa e anonima (vedi Trulli che prova a superare Nakajima), mi sembra d'obbligo spendere qualche parola sulla Ferrari, che per il secondo Gran Premio consecutivo viene braccata da una Force India, questa volta quella guidata da Sutil (ma con gli assetti di Fisichella!) e che giunge a 30 secondi da Rubens e quindi a circa 28 secondi da Hamilton, da cui al rientro dal secondo pit stop aveva circa 4 o 5 secondi di ritardo (tra l'altro non ho capito perché è rientrato così presto, rispetto alla fermata precedente, quando l'aveva quasi preso).
Quindi GP difficile, chiuso con un terzo posto un po' deludente, con una Brawn GP che incamera dei punti importanti in vista di Singapore, gara in notturna dove a causa delle temperature molto probabilmente dovrà soffrire.

Nessun commento:

Posta un commento