Network Bar

sabato 31 ottobre 2009

Welcome to the show!

Video di Psycho Circus, title track dell'album dei Kiss del 1998, uno dei migliori se non il migliore. Il vide è un live ad uno speciale per Halloween di Fox TV in quanto il primo che ho trovato non può essere incluso nei siti.
Buona visione e... Welcome to the show!

venerdì 30 ottobre 2009

Sun Will Set

Un set musicale proposto da Warren Ellis: la musica classica di Zoe Keating.
Buon ascolto:



P.S.: mi scuso per l'aggiornamento postumo (martedì 3 novembre alle 23:30 passate), ma ora l'mp3 musicale è quello giusto.

giovedì 29 ottobre 2009

Because of you

L'ultimo singolo degli Skunk Anansie: molto Muse, devo dire.
Buon ascolto!

martedì 27 ottobre 2009

Promised Land

Anche se non è l'orario solito, eccovi gli Avantasia con Promised Land, dal concerto dello scorso anno a Milano (ormai irripetibile, vista la chiusura del Rolling) con Bjørn Lande.
Buon ascolto e buon metal a tutti!

domenica 25 ottobre 2009

sabato 24 ottobre 2009

giovedì 22 ottobre 2009

I form di GoogleDocs: prima prova

Ho iniziato a provare i nuovi form di GoogleDocs. Qui vi propongo un primo, piccolo sondaggio che coinvolge SciBack, DropSea e Stipaturi. Spero che vogliate provare a rispondere (puoi compilare il sondaggio anche fuori dal blog):

martedì 20 ottobre 2009

Libertà

Si sono messi a strumentalizzare la paura, la speranza, il dolore, i morti: vergogna!
Non avete dignità, non sapete cos'è la nobiltà d'animo, non sapete cos'è la democrazia, non sapete cos'è la libertà!
Siete ancora ed oggi come sempre dei poveri comunisti!
Questo sprint vocale è opera di Silvio Berlusconi ad un comizio a Cinisello Balsamo durante le elezioni provinciali, diretto contro un gruppo di contestatori (a tal proposito non mi sembra molto confortante la battutina Abbiamo anche la contestazione! Evviva!, visto che mi ha fatto pensare al mitico Rat-Man! - vedere il 29.mo secondo - noto non certo per la sua serietà!). Ciò che mi ha colpito di più è il ritenere che gli unici che sanno cosa sia la libertà sono Berlusconi e i suoi accoliti. Esempio di quello che ritiene libertà è, ad esempio, non contestare, mentre è proprio sull'impossibilità di contestare che si sono basati nel passato i regimi dittatoriali, che erano tutto fuorché liberi!
Penso, semplicemente, che la libertà non sia certo né fare quello che si vuole, né un valore politico (tanto che nei paesi avanzati si parla di liberismo e non di libertà). La libertà, semplicemente, si basa sulla capacità di ognuno di noi di poter dire no, senza essere per questo criticati o ritenuti avversari da stritolare e calunniare.

lunedì 19 ottobre 2009

Stravaganze?

Cerco di trascrivere le parole del servizio di Mattino 5:
Alle sue(1) stravaganze(2), in realtà, siamo ormai abituati. Passeggia l'uomo Raimondo Mesiano per le strade milanesi. Davanti al negozio del suo barbiere di fiducia attende il turno. E' impaziente. Non riesce a stare fermo. Avanti e indietro(3). Si ferma. Aspira la sua sigaretta(4). E poi ancora: avanti e indietro. Forse non sa ancora che il CSM lo sta promuovendo con un bel 7, che per un magistrato equivale ad un 30 e lode universitario. Insomma: il massimo dei voti e un bell'aumento di stipendio. Lui va avanti e indietro, avanti e indietro. Si rilassa solo al momento di barba e capelli. Finita la toilette continua la sua passeggiata(5). Due sole volte si sofferma: una al semaforo(6), l'altra a pochi metri dal passaggio pedonale per accendere l'ennesima sigaretta della mattina, come fosse uno spot all'incontrario(7). Prima di uscire dal nostro campo visivo(8), ci regala un'altra stranezza: guardatelo seduto su una panchina. Camicia. Pantalone blu. Mocassino bianco e calzino turchese. Di quelli che in tribunale non è proprio il caso di sfoggiare(9).
Il video integrale, incluse le cattiverie onestamente gratuite all'indirizzo di Mesiano dette a conclusione del servizio, può essere visto di seguito:

Farewell

Farewell, ballata metal piuttosto medievaleggiante, si trova nella Metal Opera part I degli Avantasia, la band metal di uno dei migliori interpreti europei del genere, Tobias Sammet. Per il solito video notturno vi propongo un... tris d'eccezione. Inizierei, però, con la versione cantata a Milano il 26 luglio del 2008 insieme con la grandissima Amanda Somerville

domenica 18 ottobre 2009

sabato 17 ottobre 2009

Il primo Superman di Moore

More about Capitan BretagnaLa prima storia di Superman di Moore non è una storia con Superman per protagonista, ma il più malleabile Capitan Bretagna. Con storie di appendice apparse su vari albetti Marvel tra il 1982 e il 1984, Alan Moore insieme con un eccezionale Alan Davis ai disegni con uno stile tra Marshall Rogers e John Byrne, ha in pratica scritto una serie di storie divertenti ed intelligenti in cui sono presenti molti elementi che successivamente avrebbe riutilizzato, meglio sviluppati, nelle sue storie più famose come V for Vendetta, Watchmen, Che fine ha fatto l'uomo del domani?
L'inizio è da V for Vendetta: una Terra senza eroi, un'Inghilterra dove tutto il paese, le mosse di ogni cittadino sono controllate. Poi iniziano i problemi, una sorta di disastro multiversale(1) costringe Capitan Bretagna e i suoi amici a uscire allo scoperto, mentre il governo decide di liberare la Furia, un cybiota indistruttibile costruito per uccidere i supereroi. Il suo progettista è Jim Jaspers, un folle con il potere di piegare la realtà al suo volere, una sorta di fusione tra Joker e Mr.Mxyzptlk, che Moore utilizzerà in Che fine ha fatto l'uomo del domani? Tra l'altro, nei primi anni del 2000, Jeph Loeb e soci metteranno contro Superman un Joker super folle dotato proprio dei poteri del folletto dispettoso della 4.a dimensione nella saga Joker Imperator (recentemente ristampata dalla Planeta come Imperatore Joker).

venerdì 16 ottobre 2009

Freddo nell'anima

More about Freddo nell'animaNon il miglior Lansdale, questo Freddo nell'anima, ma certo non un romanzo da buttare: perde comunque, pesantemente il confronto rispetto alla serie di Hap e Leonard o a In fondo alla palude. In questo caso Champion Joe entra nel mondo dei freak, quindi alla luce del Carosello Carnivoro non potevo non leggere questo romanzo. Per entrare nel mondo dei fenomeni da baraccone, Lansdale ci accompagna utilizzando uno dei tanti personaggi scapestrati e di periferia che popolano i suoi romanzi: Billy Roberts, uno spostato che vive alle spalle della madre e che, giorni dopo la sua morte, non riuscendo a falsificarne la firma per incassare i suoi assegni, decide di fare un colpo a una bancarella di fuochi artificiali nella settimana del 4 luglio. La rapina, condotta insieme a due amici, finirà male per gli amici e per uno sceriffo folle che si ostina a seguirli nelle paludi.

giovedì 15 ottobre 2009

mercoledì 14 ottobre 2009

Molto rumore per nulla

Fino al 18 ottobre, al Teatro Carcano a Milano viene rappresentato, per la regia di Gabriele Lavia, una versione divertente, leggera, drammatica e musicale di Molto rumore per nulla, commedia del geniale William Shakespeare, il bardo.
Sul materiale di Shakespeare, il gruppo di attori sotto la guida di Lavia salta da una parte all'altra del palco, mette e toglie i costumi sopra le calzamaglie nere di scena, il tutto con un continuo sottofondo di pianoforte e fisarmonica, con delle musiche, scritte da Andrea Nicolini, che ricordano un po' atmosfere yddish (e scusate se l'ho scritto male!), un po' quelle della rivista italiana. In questo senso non può non restare in mente il tema centrale che riprende l'originale Sigh no more, Ladies.
Tra tutti spiccano sicuramente Benedetto e Beatrice: i due personaggi refrattari all'amore che finiranno per sposarsi insieme ai protagonisti Claudio e Ero, sono splendidamente interpretati da due giovani e grintosi attori che li rendono realistici e perfetti. Soprattutto i due dimostrano una prova di adattabilità alle varie situazioni, ora comiche e brillanti, ora tese e drammatiche, decisamente non indifferente.
Nel complesso uno spettacolo, quello messo su da Lavia, decisamente gradevole, su un'opera che si può considerare una summa del teatro shakespeariano (e scusate ancora se l'ho scritto male!), con le atmosfere leggere della corte messinese di Leonato, gli equivoci, i complotti ora scherzosi ora tragici, l'alternarsi di pianto e sorriso.
Uno spettacolo decisamente da vedere!
E giusto per stuzzicarvi un po', vi segnalo il link al trailer dell'opera.

Hanno parlato del Molto rumore per nulla di Lavia:
Teatri Milano | Chronica | Florinda Ianigro | La voce di dentro | IperLocale | Notti da Leon | mia sorella

martedì 13 ottobre 2009

La storia infinita

Michael Ende, figlio di Edgar pittore surrealista, ha trasfuso l'esperienza del genitore e tutto quello che da lui ha imparato nelle sue opere di letteratura, in particolare ne Lo specchio nello specchio, anche esplicitamente citato all'interno de La storia infinita.
La trama del romanzo è abbastanza nota a tutti: Bastiano, un ragazzino cicciotto e tiranneggiato dai compagni di classe perché studia (il classico nerd, insomma), bocciato un anno perché, a causa della morte della madre, aveva perso qualunque interesse nella scuola (interesse che non nutre particolarmente nemmeno ora, a causa dei suoi problemi), finisce nella libreria del signor Coriandoli, dove scorge un libro particolare, dal titolo La storia infinita. Il bambino, lettore vorace, prende il libro e fugge per rifugiarsi nella soffitta della scuola e leggere fino a notte fonda le avventure di Atreiu e del Dragone della Fortuna Fùcur per salvare Fantàsia e l'Infanta Imperatrice dall'avanzare del Nulla.

lunedì 12 ottobre 2009

Signore e signori: buonanotte!

Dal film Signore e signori: buonanotte, di Luigi Comencini. Il film è del 1976. La segnalazione da Crisis.
Buona visione:

We are immortal

Di Bob Catley scopro, su Wikipedia, che è cantante dei Magnum, gruppo hard rock britannico per me sconosciuto, oltre ad avere una carriera solista nell'heavy metal. Settimana scorsa l'abbiamo visto sul palco insieme a Tobias Sammet, oggi invece ascoltiamo We are immortal, tratta dal suo ultimo disco solista, Immortal del 2008.
Canzone bella e potente, anche questa come The story ain't over, si presta a interpretazioni corali. Se ci sarà mai un video live del pezzo, sicuramente ve lo proporrò, e state certi che anche altra roba di Catley vi verrà proposta in queste notti musicali. Buon ascolto, dunque:

sabato 10 ottobre 2009

La vita secondo Gipi

More about LMVDMChiuso il libro di Gipi, La mia vita disegnata male, sono rimasto col dubbio, la quasi certezza a dire il vero, che il delirio del protagonista non era la biografia di Gipi, almeno non la sua per filo e per segno. Ironico, a tratti esilarante, Gipi questa volta si butta nel passato (il suo?), lo viviseziona, novello De Matteis, e combinando falshback allucinati con episodi più chiari e netti, intercalando la narrazione con un racconto di pirati, alterna pagine appena abbozzate, ad altre dettagliate, utilizzando uno stile opportuno ad ogni occasione. E così, nonostante l'ambiguità su quale sia la vita che il cartoonist toscano rappresenta nella sua graohic novel, si resta alla fine pienamente soddisfatti del suo libro!

venerdì 9 ottobre 2009

Giovine Italia

Giuseppe MazziniQuando andavo a scuola, la Giovine Italia era una delle associazioni insurrezionaliste che più mi ispiravano. Fu una delle società segrete più importante tra quelle mazziniane, svolgendo un ruolo importante nel travagliato percorso verso l'Unità d'Italia. La sua storia mi faceva sentire fiero di essere italiano. Oggi le cose sono diverse. Molto diverse.
Esempio di questa decadenza è il ritorno della Giovane Italia, come associazione politica giovanile, presentata in agosto da Giorgia Meloni, Stefania Craxi (che come capirete più sotto è recidiva) e Francesco Pasquali. Il suo partito di riferimento è ovviamente il PdL e la sua fondazione dovrebbe avvenire nel corso del 2010:
A scegliere il nome Giovane Italia sono stati i giovani del Pdl con un sondaggio su internet: il 78% ha votato per il nome che richiama l'organizzazione risorgimentale di Giuseppe Mazzini. Un nome che fu fatto proprio dal movimento universitario nazionalista degli anni '50 e che poi Bettino Craxi riesumò per i giovani socialisti.
"L'unità d'Italia è stata fatta non solo dai grandi nomi ma anche da tanti giovani", osserva Giorgia Meloni, sottolineando come la gioventù del Pdl rappresenti una generazione "ancora disposta a gettare il cuore oltre l'ostacolo e a difendere il proprio paese".

giovedì 8 ottobre 2009

Scudo fiscale /2

Ieri si parlava piuttosto velocemente di scudo fiscale, senza approfondire più di tanto in questa sede. Oggi, invece, vedendo un video proposto da Beppe Grillo, approfondisco trascrivendo un passaggio importante sulla descrizione della legge:
Il contribuente, presentando la così detta dichiarazione riservata, si pone al sicuro da ogni attività di accertamento tributario e contributivo sugli imponibili relativi a periodi d'imposta per i quali non sono ancora scaduti i termini per l'accertamento, oltre ad assicurarsi la non punibilità dei reati di:
  • infedele e omessa dichiarazione;
  • falso in bilancio;
  • occultazione o distruzione di documenti;
  • false comunicazioni sociali;
  • dichiarazioni fraudolente.

Run to the Hills

Anche se non è lunedì, vi propongo comunque un altro pezzo metal, un classico dai classici Iron Maiden: Run to the Hills.
L'ispirazione mi viene dal mitico Paolo Attivissimo e dall'involontaria gag (citazione?) cui è stato co-protagonista.
Buon ascolto!

mercoledì 7 ottobre 2009

Contatti

Siamo talmente convinti che ci debba essere vita oltre gli spazi oscuri, da pensare che una civiltà stellare più avanzata della nostra possa raggiungerci in qualsiasi momento, magari durante il nostro arco di vita. Poi, contemplando l'infinito del tempo, ci chiediamo se i suoi messaggi non siamo giunti molto tempo fa, se il missile lucente che li conteneva non si sia schiantato nelle luride paludi delle fumiganti foreste carbonifere assediato da rettili sibilanti, con i delicati strumenti fermi per sempre, e muti.

Loren Eisley, 1957

(citazione inserita ne Gli ascoltatori di James Gunn, trad. Laura Serra)

Scudo fiscale

Per quanti vogliono approfondire lo scudo fiscale, li rimando all'articolo sul blog di Beppe Grillo.
Del video associato vorrei invece sottolineare come incredibili le dichiarazioni di Massimo Dalema:
Sì ero assente perché avevo una manifestazione e non mi era stato spiegato bene che era un voto importante.
Anche alcuni degli assenti di ieri erano a Madrid per un convegno: non è che la gente fa le vacanze!
Al di là del fatto che probabilmente Dalema ha ragione dicendo che comunque lo scudo fiscale sarebbe passato lo stesso, ciò che mi ha veramente lasciato stupito è che un convegno a Madrid (per quanto non sia vacanza) è più importante dei lavori parlamentari in Italia!

martedì 6 ottobre 2009

La peste scarlatta

More about La peste scarlattaIn questa estate di riposo(1) (a tratti forzato) ecco il secondo libro di London. In un certo senso questo La peste scarlatta è qualcosa di più della fantapolitica de Il tallone di ferro, e vi si possono trovare alcuni punti di connessione con il Conan di Howard, che in questo senso ne è una sorta di erede.
London racconta della morte e distruzione della civiltà a causa di un virus letale in grado di sterminare l'intera razza umana in pochissimo tempo. La velocità del virus serve allo scopo di ridurre drasticamente la popolazione mondiale, gettandola nel panico. A London interessano soprattutto due cose: rappresentare la follia degli uomini, che perdono qualunque freno nel momento in cui il virus arriva con la sua violenza nelle città statunitensi; rappresentare l'abbrutimento della civiltà post-virus, che regge la sua memoria del tempo passato solo grazie all'esistenza di vecchi sopravvissuti all'antica strage virale, gli unici che ancora sanno come era la civiltà prima della peste scarlatta e come sono andate le cose.

Disastro Aperto

Mentre stavo girando per vedere un po' di video sulle immagini tarocche di Studio Aperto sullo tsunami alle Samoa, incappo in questo servizio di Striscia la Notizia, sempre sui disastri del tg di Italia 1.
Godetevelo:

lunedì 5 ottobre 2009

Alonso countdown

Inizia il conto alla rovescia per l'arrivo di Alonso in Ferrari: non sono molto contento, ma in ogni caso da ferrarista si tiferà comunque per lo spagnolo.
Intanto il mondiale di Formula 1 prosegue con il Gran Premio del Giappone, che come quello di Singapore, non ho visto. Mentre in quel caso vinse Hamilton, questa volta tocca a Vettel, che vince davanti a Trulli e proprio al britannico della McLaren. Kimi appena fuori dal podio, mentre Fisico arriva 12.mo, dopo aver subito uno spettacolare sorpasso da Kovalainen all'uscita dai box (l'ho visto ai tg vari: sorpasso veramente bello, con un Fisichella semplicemente irriconoscibile!).

The story ain't over

(...) indubbio che la mente di Tobi sia geniale. Fino ad ora, tutto quello che ha fatto, mi ha fatto godere molto.
Questo quello che scrive nei commenti di Musica Metal Paolo Bianco, il curatore del blog. E' proprio questo commento che mi ha ispirato l'orario notturno del video (orario già sperimentato per Lost Girls e Femmine incantate) degli Avantasia, il gruppo di Tobias Sammet, che vi propongo oggi.
Sul palco vedremo Tobias in compagnia di Bob Catley cantare The story ain't over, contenuta all'interno del primo disco di Lost in space del 2007. La performance live, invece, risale al concerto del 26 luglio 2008 a Milano.

domenica 4 ottobre 2009

The battle for the gene

(dopo la metamorfosi, i geni di dean stanno prendendo il sopravvento: è necessario per cui ricorrere alla violenza...)

(precedente | continua)

sabato 3 ottobre 2009

Il ritorno di Astro Boy

E' incredibile come per puro, purissimo caso abbia scoperto dell'uscita a dicembre del film Astro Boy tratto dagli omonimi manga e anime del grande Tezuka. Tra l'altro uno degli episodi, Il più grande robot del mondo, è stato reinterpretato dall'altrettanto grande Urasawa nell'oscuro e apocalittico Pluto (a tal proposito mi chiedo: riuscirò mai a raccontarvi il secondo volume? Mah!).
Comunque, bando alle ciance, eccovi il trailer italiano:

venerdì 2 ottobre 2009

Lettura lenta

More about Una spedizione botanica in Calabria (1826)E' quella di Una spedizione botanica in Calabria di Michele Tenore, Giovanni Terrone, Luigi Petagna, edito da Rubbettino.
La lentezza della lettura un po' è dipesa dall'italiano utilizzato dagli studiosi (un italiano dei primi dell'Ottocento), ma anche da altre situazioni esterne che non è il caso di approfondire (visto che ormai sono alle spalle).
Se poi siete proprio curiosi, vi rimando a Marco Lupoi: il suo pensiero è fondamentalmente condivisibile.
Una recensione ragionata, invece, del saggio scientifico verrà pubblicata su SciBack, presumibilmente a inizio novembre.

CVD

Baaria candidato italiano alle nomination per l'Oscar. Scontato.
una scena di Baaria

giovedì 1 ottobre 2009

Il carosello carnivoro

More about Il carosello carnivoroAlla fine de L'ostile ospedale avevamo lasciato i fratelli Baudelaire nascosti nel baule dell'auto del Conte Olaf. Quando l'automobile, carica del crudelissimo conte con tanto di fidanzata e accoliti al seguito, si ferma, lo fa solo per arrivare da Madame Lulù, titolare del Carosello Caligari, un carosello incentrato intorno a un vero e proprio freak show (nota: nella traduzione del volume Valentina Daniele sceglie evidentemente la parola fenomeni per indicare quelli che a tutti gli effetti sono freak e che, non ho dubbio alcuno, così sono anche indicati nell'edizione originale). I fratelli, per confondersi e poter quindi indagare al meglio all'interno del carosello, si travestono da fenomeni: una persona con due teste per Violet e Klaus, un bebé-lupo per la piccola Sunny.

Carnevale della Matematica su SciBack: Annuncio n.1

carnevale della matematica - tea party by John Tenniel

Per i più distratti, ma soprattutto per ricordare la scadenza: questo mese, il 14 ottobre, sarà Science Backstage ad ospitare il 18.mo Carnevale della Matematica (il 17.mo potete trovarlo sempre su Gravità Zero).
Tutti coloro che vogliono partecipare con i loro articoli matematici, possono trovare le istruzioni per contattarmi su SciBack. Se poi mi conoscete per altre vie, contattatemi in quel modo!