Network Bar

domenica 16 maggio 2010

Post leggero. La terza guerra mondiale.

Sono nato nel 1977. Piena guerra fredda. E sono cresciuto con tanti telefilm "americani" dove le angosce che permeavano le intere serie erano la "guerra del Vietnam" e la paura della fine della specie umana dovuta ai missili a testata nucleare che americani e russi si potevamo mandare contro da un momento all'altro. E' strano, non ci avevo mai pensato quanto quelle paure avessero in qualche modo influenzato me e la mia generazione. Eppure la paura era li. Ovunque. Forse in Italia non come in USA (o in Russia), ma attraverso quei telefilm entravano nei nostri sogni, nei nostri incubi, nelle nostre speranze forse.

Diversi sono stati anche veri e propri film che mi hanno lasciato un segno, tra cui "the day after - Il giorno dopo (1983), "wargames - giochi di guerra (1983).

In uno di questi telefilm, "Ralph Supermaxieroe", ci fu una puntata (probabilmente il titolo era "operazione guastafeste") dove Ralph si trovo' a dover intervenire per impedire l'inizio della terza gurrra mondiale; in quella puntata poi gli extraterrestri intervennero direttamente (per chi ha visto il telefilm sa di cosa parlo).
La memoria e' strana; dopo oltre 20 anni ricordo quella puntata. E soprattutto ricordo una canzone che poi nel corso degli anni mi ha "tormentato"; ricordo solo la musica naturalmente, allora non sapevo nemmeno che esisteva una lingua che si chiamava inglese. E nel corso degli anni ricordo di averla risentita ed ogni volta mi faceva venire i brividi. Ieri per caso l'ho ritrovata.
Qui lo spezzone del telefilm in cui la canzone appare. Si tratta della canzone "Eve of Destruction" cantata da Barry McGuire nel 1965. Era una canzone di protesta: "la vigilia della distruzione" dovuta alle bombe nucleari. Ve la propongo qui, perche' in fondo siamo sempre sull'orlo di qualche catastrofe.

The eastern world it is explodin',
violence flarin', bullets loadin',
you're old enough to kill but not for votin',
you don't believe in war, what's that gun you're totin',
and even the Jordan river has bodies floatin',

but you tell me over and over and over again my friend,
ah, you don't believe we're on the eve of destruction.

Don't you understand, what I'm trying to say?
Can't you see the fears that I'm feeling today?
If the button is pushed, there's no running away,
There'll be no one to save with the world in a grave,
take a look around you, boy, it's bound to scare you, boy,
and you tell me over and over and over again my friend,
ah, you don't believe we're on the eve of destruction.

Yeah, my blood's so mad, feels like coagulatin',
I'm sittin' here, just contemplatin',
I can't twist the truth, it knows no regulation,
handful of Senators don't pass legislation,
and marches alone can't bring integration,
when human respect is disintegratin',
this whole crazy world is just too frustratin',
and you tell me over and over and over again my friend,
ah, you don't believe we're on the eve of destruction.

Think of all the hate there is in Red China
Then take a look around to Selma, Alabama!
Ah, you may leave here, for four days in space,
but when you return, it's the same old place,
the poundin' of the drums, the pride and disgrace,
you can bury your dead, but don't leave a trace,
hate your next-door-neighbour, but don't forget to say grace,
and you tell me over and over and over and over again my friend,
you don't believe we're on the eve of destruction.
no no you don't believe we're on the eve of destruction.


Nessun commento:

Posta un commento