Network Bar

venerdì 28 gennaio 2011

Dimettiti

Il Partito del Bene, al governo con l'appoggio degli Anti-Pangeisti (i quali rifiutano l’ipotesi che la Terra sia stata un tempo un unico supercontinente e sostengono con veemenza il diritto al rispetto delle sacre identità regionali, seppure esse siano appena state inventate) due anni fa ha abolito la legge. Qualsiasi legge. Ci fu un referendum dall’esito incerto, ma poi si decise di darci un taglio una volta per tutte.
Gli effetti stentano a vedersi.
Questa settimana la Loggia, è così che adesso chiamano quello che un tempo fu il Parlamento, ha finalmente votato l'immortalità parlamentare.
Il Popolo del Bene con tale provvedimento intende garantire l'imprescindibile diritto a governare. Il problema, sostengono, è il tempo: non si ha mai il tempo per governare come si deve. L'immortalità risolve il problema.
L'opposizione, l'Orda del Male, come viene apostrofata, anche se come ben sottolinea il suo Segretario (eletto tramite primarie) il vero nome è "Partito della sinistra comunista democratica ambientalista e intellettuale e dei lavoratori precari", dalle sue fila ha gridato che si tratta di un oltraggio alla costituzione.
La costituzione è stata cancellata lo scorso anno, in seguito si è provveduto a riscriverla, ora il primo articolo recita:
"L'Italia è una repubblica fondata sulla furbizia."
Nessuno ha votato contro.
Il portavoce del governo ha dichiarato che l'odiosa opposizione intende solo strumentalizzare una vicenda privata che non ha nulla di politico.
Pochi hanno capito a cosa si riferisse.
La scuola pubblica è stata distrutta con un decreto legge tre anni fa. Letteralmente distrutta. Con la dinamite. Alcuni studenti hanno manifestato occupando le facoltà. Gli agenti del RIS di Parma hanno provveduto a raccoglierne i pezzi. I collettivi universitari hanno chiesto libero accesso alle macerie. Ma come ogni anno, gli studenti, tornati a casa durante le vacanze natalizie, sono stati colpiti dalla consueta epidemia di amnesia.
Il coprifuoco continua...

[Una roba che ho pensato oggi, sarà stato il sangue che m'hanno prelevato.]

(by sci-psy)

Nessun commento:

Posta un commento