Network Bar

lunedì 29 agosto 2011

La leggenda di Earthsea: I draghi di Earthsea

More about La leggenda di EarthseaIl blocco originario di Earthsea si conclude in quattro anni, dal 1968 per Il mago al 1972 per La spiaggia più lontana. Bisognerà aspettare il 1990 per un nuovo romanzo della saga, I draghi di Earthsea (o anche L'isola del drago), che risulta intimamente legato con il romanzo successivo, I venti di Earthsea, datato 2001.
Avevamo lasciato Ged sulla spiaggia del mondo dei morti, da cui era tornato a costo di lasciare la sua stessa magia: il nostro, infatti, non era piùin grado di compiere alcun incantesimo. E così, uomo normale, torna alla sua isola natia, scortato da un drago, giusto alcuni giorni dopo la morte del suo maestro Ogion. Nel frattempo Tenar, la giovane liberata da Ged ne Le tombe di Atuan, nel frattempo diventata donna e vedova con i figli lontani, si prende carico di una ragazzina tremendamente ustionata, Therru, ragazzina profondamente segnata dall'esperienza, ma soprattutto molto enigmatica.
Ed è lei, in effetti, il fulcro di tutto il romanzo, una ragazzina il cui vero nome è Tehanu, titolo originale del romanzo: è intorno a lei che ruotano le vite di Tenar e di Ged, un Arcimago in cerca di uno scopo dopo la perdita della magia (e che ritroverà la magia più vecchia del mondo, l'unica che potrà mai fare, e proprio insieme con Tenar!), che ruotano i complotti del padre di Therru e dell'uomo chiamato Pioppo, un mago che vuole vendicarsi di Ged e scoprire qualcosa di più dell'inquietante ragazzina, una umana che sembra essere molto affine con i draghi.
Il motivo di questo è per via di un grande cambiamento avvenuto proprio a causa degli eventi de La spiaggia più lontana, eventi che hanno lasciato qualcosa di incompiuto, qualcosa che solo la figlia dei draghi, la piccola Tehanu, potrà risolvere, non da sola, e non senza lasciare qualcosa, come faranno tutti, prima di tornare alla semplicità di tutti i giorni:
- Raccontami... - disse Tenar - Raccontami cos'hai fatto mentre ero via.
- Ho badato alla casa.
- Hai passeggiato nella foresta?
- Non ancora - rispose il marito.
(traduzione di Pietro Anselmi)
Il resto della saga:
Il mago
Le tombe di Atuan
La spiaggia più lontana

2 commenti:

  1. Ma LOL, l'ho finito giusto ieri sera! L'inizio del primo libro mi ha lasciato perplessa, poi sono entrata nell'atmosfera (credo grazie ai draghi). Il mio preferito è il quarto, probabilmente perché è più delicato e dominato dalle figure femminili.

    RispondiElimina
  2. Peccato non averlo pubblicato prima, il post, così avremmo discusso anche di questo, nel "face to face", invece di "farci del male" chiacchierando di università!
    Ad ogni modo:
    1) la saga, ad essere completamente sincero, l'ho letta lo scorso anno: è che sono io che sono stato lento a pubblicare la serie di articoli...
    2) personalmente ritengo gli ultimi due romanzi come un'unica opera e, in quest'ottica, sono completamente d'accordo con il tuo giudizio.

    RispondiElimina