Network Bar

mercoledì 31 luglio 2013

Porno chimica: cianuro

Alcuni dei contenuti qui riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Copiare senza pensare da Wikipedia può inserire nel vostro blog o sito del materiale discutibile: leggere le wiki avvertenze!
More about Gang bang
Cassie Wright, che vi ammicca dalla copertina qui a fianco, è una pornattrice, che per l'abbandono all'attività ha deciso di entrare nel guinness dei primati con la più grande Gang Bang della storia (dove per gang bang si intende qualcosa del genere). In realtà, in un intreccio complicato tra amanti, figli presunti che si emozionano e figli veri che non si presentano, la nostra Cassie ha intenzione di abbandonare l'attività nel modo più spettacolare possibile: suicidarsi sul set insieme con il suo compagno preferito. La scelta cade sul cianuro di potassio, quello che nei romanzi gialli lascia sempre un leggero odore di mandorle e che viene così raccontato da Chuck Palahniuk nelle battute conclusive di Snuff, titolo originale del romanzo, che ovviamente si riferisce agli snuff movie (che poi l'ultimo film di Cassie si stava trasformando in qualcosa del genere):
Cianuro di potassio. In natura si trova nella radice di cassava, o manioca, una pianta africana. Viene usato per stampare le cosiddette cianografie, sotto forma di un pigmento blu intenso noto come blu di Prussia. Di qui il cosiddetto color "ciano".
Da qui il termine "cianosi", usato per descrivere la sfumatura azzurrina che assume la pelle di chi subisce un avvelenamento da cianuro. Morte. Istantanea, certa e per sempre.
Se delle cianografie ho più o meno scritto in un paio di occasioni (nel caso del ritratto dedicato ad Anna Atkins o del libro Marie & Pierre Curie, A Tale of Love and Fallout di Lauren Redniss), in questo caso provo a raccontarvi un paio di cose sul cianuro di potassio: questi è un composto inorganico (formula chimica $KCN$), dall'apparenza simile allo zucchero e solubile in acqua. Viene usato soprattutto nelle estrazioni minerarie, nelle sintesi organiche e nella galvanotecnica.
Può essere prodotto facendo reagire l'acido citrico cianidrico con l'idrossido di potassio \[HCN + KOH \rightarrow KCN + H_2 O\] oppure dalla reazione della formammide sempre con l'idrossido di potassio \[HCONH_2 + KOH \rightarrow KCN + 2 H_2 O\]
In soluzione acquosa, il $KCN$ è dissociato in ioni idratati $K^+$ e $CN^-$. Nella fase solida, il sale cristallizza in modo tale che cationi e anioni si organizzano come $Na^+$ e $Cl^-$ in $NaCl$ e ha una geometria di tipo ottaedrale. Ogni $K^+$ è legato con due legami di tipo $\pi$ con l'$NC^-$ così come due legami ciascuno tra $C$ ed $N$. Poiché $CN^-$ è biatomico, la simmetria del solido è inferiore rispetto a quella di $NaCl$. Gli anioni di cianuro formano dei fogli, mentre gli ioni $CN^-$ ruotano rapidamente nel solito alla temperatura ambiente in modo tale che mediamente nel tempo la forma degli ioni $CN^-$ è sferica(1).
Gli effetti tossici del cianuro di potassio possono essere annullati utilizzando il perossido di idrogeno (l'acqua ossigenata) \[KCN + H_2 O_2 \rightarrow KOCN + H_2 O\] Ad ogni modo è un veleno divenuto famoso, tanto quanto il suo anione, il cianuro, grazie all'uso fatto dai suicidi o nei romanzi della serie di James Bond o di Bourne o delle spy story in generale. Il suicidio più famoso che fa uso del cianuro è sicuramente quello di Adolf Hitler, ma non si può certo dimenticare il grandissimo Alan Turing. La leggenda, poi, narra che Rasputin, invece, riuscì a salvarsi al cianuro di potassio grazie a una insolitamente bassa acidità di stomaco.
Ad ogni modo, basta realmente una piccola quantità di cianuro per ottenere una dose decisamente letale:

Una dose letale di cianuro di potassio

(1) Stokes H., Decker D., Nelson H. & Jorgensen J. (1993). Structure of potassium cyanide at low temperature and high pressure determined by neutron diffraction, Physical Review B, 47 (17) 11082-11092. DOI:

Nessun commento:

Posta un commento