Network Bar

sabato 21 settembre 2013

Mio figlio, l'assassino

Dal punto di vista giallistico è un romanzo abbastanza semplice da risolvere, però è ben scritto e appassionante. E sono proprio i motivi per cui è appassionante che aiutano a risolverlo molto più degli indizi disseminati da Patrick Quentin (pseudonimo dietro cui si nascondono i due scrittori britannici Richard W. Webb e Hugh C. Wheeler) tra le pagine.
Gli intrecci tra i personaggi, infatti, sono scontati e di fatto tolgono il gusto dell'enigma, lasciando solo alla narrazione, che per fortuna è appassionante e non lascia un attimo di respiro, il compito di tenere attaccato il lettore alle pagine.

Nessun commento:

Posta un commento