Network Bar

martedì 25 agosto 2015

Basso impero: Roma cyberpunk (o quasi)

Basso Impero nasce da un'idea di Leonardo Maltese per i disegni di Gabriele De Fraia e si inserisce all'interno dell'ampio sottogenere fantascientifico che passa sotto il nome di distopia. I due autori, infatti, immaginano che, in seguito alla crisi economica, l'Italia cade nel 2025 in una guerra civile che la disgregherà nuovamente in vari staterelli separati. La vicenda vera e propria, però, inizia 43 anni dopo, nel 2068, a Roma, nel cantiere abbandonato per la costruzione della Metro C, un luogo sporco dominato da violenze e prostituzione. Il protagonista, inizia il suo viaggio all'interno di questo tunnel sotterraneo, ma ben presto sarà costretto alla fuga: in preda a un accesso di violenza ucciderà il nipote del papa.
L'uomo, così come caratterizzato da Maltese, ricorda un po' il Deckard de Ma gli androidi sognano pecore elettriche? di Philip Dick, un po' il Case di Neuromante di William Gibson. E l'ispirazione cyberpunk, anche se non declinata attraverso la presenza della tecnologia, è in parte presente grazie all'incubo (probabilmente simbolico, forse profetico?) che il protagonista vivrà sul finire di Overture, il primo numero della web serie.
Fumettisticamente, invece, il nume tutelare sembra essere Warren Ellis: non solo l'interesse per la distopia, ma anche l'utilizzo di scene e di composizioni della tavola al limite dello psichedelico (come per esempio in Moon Knight, per citare uno degli ultimi giunto in Italia), o l'ottima gestione dell'azione all'interno delle pagine mediata da un buon approfondimento del protagonista, che emerge con tutte le sue disillusioni e la sua malinconia.
In questo senso è ottimo il contributo grafico di Gabriele De Fraia, che, con uno stile che ricorda Brian Talbot, riesce a ben rappresentare gli stati d'animo dei due protagonisti. All'uomo, infatti, viene affiancata anche una ragazza che lo aiuterà a fuggire: quest'ultima è un personaggio che, soprattutto grazie all'interpretazione grafica, risulta freddo e distaccato, quasi non partecipe a quanto accade intorno a lei.

Nessun commento:

Posta un commento