Network Bar

lunedì 3 agosto 2015

Lo sturangoscia

recensione del libro di Davide Pedrosin e Carlo Sperduti ed. @gorilla_sapiens
Siete mai stati presi da un'angoscia indescrivibile, così potente da tenervi bloccati, magari seduti sul divano, o da impedirvi di parlare se non addirittura di scrivere?
Ebbene se vi è mai capitato qualcosa del genere, le vostre preoccupazioni sono ormai finite, perché è in commercio un macchinario di una potenza incredibile, in grado di liberarvi di qualunque preoccupazione. E' lo sturangoscia, un portentoso marchingegno ideato dalla geniale mente del dottor Filottete Vasca, i cui progetti sono giunti a noi, nonostante i complotti di misteriosi nemici, grazie all'opera dell'esimio Girolamo Mercuriale Trincavilla, postino e fondatore del Club Zoomorfismo e dintorni, che negli anni Ottanta del secolo scorso intraprese una, a volte drammatica, corrispondenza con il geniale inventore.
Ora, grazie alla potenza della rete, le idee di Filottete Vasca sono giunte a nostra disposizione e così tutti potremo finalmente liberarci dell'angoscia che ci attanaglia in questi caotici tempi moderni.
P.S.: Gli esimi Davide Predosin e Carlo Sperduti, che hanno raccolto e ordinato il carteggio (maggiori dettagli su La lettrice rampante, che spero non abbia provato l'aspirapolvere come alternativa), sono da ritenersi fuori da ogni responsabilità per gli usi impropri dello strumento e per l'incontenibile dipendenza che induce nell'utilizzatore. Tali effetti sono così drammatici che c'è chi addirittura dubita dell'esistenza dello sturangoscia.
P.P.S.: illustrazione di copertina di Elisa Macellari

Nessun commento:

Posta un commento