Network Bar

lunedì 9 luglio 2018

Compagno Hasek

Jaroslav Hasek nel romanzo Compagno Hasek, comandante della città di Bugul'mà, non ha solo raccontato una vicenda a lui realmente accaduta, ma ha anche scritto un libro veloce, divertente, intelligente e di critica dall'interno del bolscevismo. Il breve romanzo racconta, infatti, del periodo che Hasek passo in Russia nel 1918 come soldato dopo aver disertato dal suo esercito. Lo scrittore, infatti, era nato a Praga, all'epoca in Boemia, uno dei territori dell'impero austro-ungarico.
Nel giugno del 1916 venne reclutato per unirsi come volontario alla Brigata Cecoslovacca che combatteva per gli austriaci. Presso tale Brigata ebbe compiti di impiegato, giornalista, agente di reclutamento fino al febbraio del 1918. A marzo di quell'anno la Brigata intraprese un viaggio per unirsi al Fronte Occidentale: Hasek, però, non era d'accordo con questa scelta, decidendo così di passare tra i bolscevichi cechi e russi. Dall'ottobre del 1918 entrò nell'Armata Rossa, lavorando sempre come reclutatore e scrittore di propaganda.
Da questa esperienza, come scritto, nasce il breve romanzo (o racconto lungo) narrato con ritmo veloce e piglio umoristico Compagno Hasek, comandante della città di Bugul'mà.

Nessun commento:

Posta un commento