Network Bar

martedì 9 aprile 2019

Un'esperienza molto... Play!

Lo scorso fine settimana si è svolto a Modena Play, festival del gioco e tra i vari stand era possibile trovare l'Istituto Nazionale di Astrofisica che ha proposto alcune interessanti attività, alcune delle quali a carattere videoludico, come Orbiter 2016, simulatore di volo spaziale, o come l'esplorazione in realtà virtuale (con gli occhialini) della Luna, e ovviamente la possibilità di giocare con la versione Edu di Kerbal Space Program. Questa postazione era quella di mia competenza, tenuta il sabato e la domenica, mentre per il venerdì ero stato dispensato, permettendomi in tal modo di portare a conclusione i percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro associati proprio con KSP.
L'afflusso dei visitatori allo stand è stato buono in generale: ovviamente la realtà virtuale è stata presa d'assalto, ma anche KSP ha avuto un po' di visitatori, non quanto Focus live, ma comunque un buon numero, in particolare la domenica. A puro titolo di esempio, faccio notare che proprio domenica sono riuscito ad andare a pranzo intorno alle 14, all'incirca un'ora dopo rispetto al sabato. Certo c'è da dire che chi mi ha preceduto per il pranzo domenicale è andato durante il flusso massimo, e questo ha prolungato un po' l'attesa, ma ad ogni modo i videogiocatori sono stati di più rispetto al giorno precedente.
Nel complesso si sono divertiti un po' tutti e alcuni dei bambini che hanno voluto provare KSP si sono sbizzarriti nella costruzione di razzi impossibili tutti puntualmente esplosi sulla rampa di lancio!
Qualcuno, però, più interessato a capire il videogioco e il funzionamento delle missioni spaziali, sotto la guida mia e degli altri presenti al tavolo di KSP è riuscito a realizzare delle belle orbite intorno a Kerbin o a Mun e, a tal proposito, sono anche riuscito a compiere quello che posso considerare come il mio miglior atterraggio sul primo dei due satelliti di Kerbin (certo ho avuto anche un paio di schianti e una ripartenza esplosiva, ma sono dettagli!). Per contro ho avuto poche occasioni per girare tra i padiglioni di Modena Fiere, uno spazio espositivo paragonabile (se non superiore) allo spazio che viene assegnato a Cartoomics presso Rho Fiera: in particolare ho fatto una capatina al padiglione dove era presente Panini Comics nella speranza di beccare Bucci e Camagni, visto che l'editore modenese presentava un gioco tratto da Nomen Omen. Purtroppo i due simpatici autori non erano in quel momento presenti allo stand Panini, ma in ogni caso ne ho approfittato per fare un giro tra le proposte di giochi da tavolo, giochi di ruolo, romanzi e anche fumetti in mezzo a gente in cerca di occasioni o di provare una qualche nuova uscita.
Nel complesso un'esperienza positiva, divertente e interessante in una delle fiere del gioco più note d'Italia e d'Europa, una vera festa che potrebbe avere delle ricadute interessanti nei prossimi mesi!

Nessun commento:

Posta un commento