Network Bar

martedì 22 luglio 2014

I sotterranei

Devo dire che con questo libro Jack mi ha un po' sfidata, non per i contenuti ma per come è scritto: soprattutto nella prima parte si poteva incontrare un punto (in senso di punteggiatura) anche dopo una pagina e mezza, e in quella pagina e mezza passare da diversi eventi, incontri, situazioni. Una sfida che ho accolto e apprezzato, perché è una bella storia d'amore ma senza troppi fronzoli (forse è proprio l'assenza di fronzoli che ai tempi questo libro non fu ben accolto dalla critica, anzi fu processato!), una bella storia di vita. E poi che dire, Jack è sempre il meraviglioso Jack!


Nessun commento:

Posta un commento