Network Bar

giovedì 2 gennaio 2003

Il pendolo di Foucault (4): Hesed e Geburah

Ho letto altre due parti (la 5 e la 6) del romanzo di Eco: il nostro eroe (Casaubon) va in Brasile con la fidanzata (brasiliana) dove vive per un pò. Qui scopre un mondo magico e incredibile nel quale vengono fuse le credenze esoteriche europee con le divinità degli indios pre-colombiani e quelle degli schiavi africani. Viene poi introdotto un personaggio enigmatico e al tempo stesso carismatico che, con lo scorrere delle pagine sembra sempre più lovecraftiano.
Dopo la parentesi brasiliana, il ritorno a Milano, solo, dove trova una nuova fidanzata e inizia a lavorare sempre più assiduamente per le due case editrici del signor Garamond, il quale inizia ad introdursi nel variegato mondo dell'esoterismo. Vengono poste le basi per il Piano che svilupperanno in seguito i tre: Casoubon, Belbo e Diotallevi.

Questi sono Hesed (o anche Chesed = Amore) e Geburah (o anche Ghevurà = Forza, da le sefirot).

Nessun commento:

Posta un commento