Network Bar

martedì 20 aprile 2004

La banalità del bene

Ho finito da un paio di giorni La banalità del bene di Enrico Deaglio. Racconta la storia di Giorgio Perlasca, la storia di un uomo che si è ritrovato per caso nell'Ungheria nazista proprio sul finire della guerra, proprio mentre il nazismo si preparava al suo ultimo colpo di coda, a quella che poteva essere la deportazione più spietata di tutte, ma che grazie a persone come Perlasca non lo è stata. Molte persone, grazie al suo altruismo, si sono salvate, perché chiunque l'avrebbe fatto.

Nessun commento:

Posta un commento