Network Bar

venerdì 14 dicembre 2012

Research Blogging in Italia e non solo: uno stato di salute

Ricordate quando con Moreno abbiamo scritto quel contributo a Comunicare Fisica sulla rete dei blog scientifici italiani vista attraverso le maglie di Research Blogging? In quell'occasione proponemmo anche un po' di statistiche sull'edizione italiana del progetto italiano, osservando come la fisica fosse uno dei punti di forza della comunità italiana, in evidente controtendenza rispetto alle altre edizioni (almeno in termini percentuali):
Quella tendenza sembra sia stata non solo confermata ma addirittura accentuata da quello che risulta dai risultati di un lavoro di ricerca condotto da un gruppo di ricercatori brasiliani e basato sui dati completi della piattaforma raccolti fino alla fine del 2011(1):
Non solo: dopo i blog inglesi, quelli italiani sono quelli che discutono di più di fisica, ma battiamo gli anglosassoni nella matematica (e questo lo prendo come un successo personalissimo della coppia Barozzi-Filippelli, che poi sarei io: scusate l'attacco di vanagloria!)
La tendenza è ancora più evidente se confrontiamo le torte, quella realizzata da Moreno con quella recentemente pubblicata su Plos(1):
Ovviamente non siamo gli unici a presentare delle peculiarità negli argomenti trattati:
The general dominance of Biology is not the same in all languages. In Italian, there are more posts in Physics than Biology (174:141), in Chinese there are more posts about Chemistry (37), Psychology (36) and Computer Science/Engineering (24) than Biology (11). Polish demonstrated an equilibrated distribution of topic. These regional peculiarities show an interesting avenue for future comparisons in scientific communication among different cultures.(1)
Se consideriamo poi che il nostro gruppo è l'ultimo arrivato, siamo quello che è cresciuto più rapidamente: nelle statistiche fino al 2011 abbiamo quasi raggiunto i blog polacchi, che ci hanno preceduto di 8 mesi, e superato, insieme con loro, i blog cinesi, e questo, secondo me, nonostante l'uso sia diminuito nel tempo per poi stabilizzarsi, resta comunque un piccolo successo della nostra comunità.
Un'ultima annotazione sul lavoro di Munger (è tra gli autori dell'articolo) e compagni: dai dati da loro raccolti si rileva come la comunità dei blogger scientifici mondiali sia molto più attenta all'uso degli articoli Open Access rispetto alla comunità wikipediana. Nel dettaglio l'11,7% delle citazioni presenti sul database di RB sono verso articoli OA, mentre su wiki c'è solo un 2,8% di citazioni OA(2).
Una possibile ipotesi di questo comportamento potrebbe essere l'ipotesi avanzata da Evans e Krauthammer:
Our hypothesis is that journal articles with far-reaching implications or general importance are included in Wikipedia, and that other articles are ignored. In other words, users of Wikipedia add an article citation if the article either establishes a new research topic, and thus triggers the generation of a novel Wikipedia page, or reports novel and non-marginal findings that are added to an existing Wikipedia page.(2)
Da wikipediano direi che sono anche importanti i testi e gli articoli sui quali i wikipediani stessi hanno formato le loro conoscenze, e difficilmente provengono da materiale OA.
Lasciando però decantare queste considerazioni, che magari qualche lettore wikipediano potrà approfondire con la sua esperienza, direi che possiamo salutarci con questo bel passaggio dall'articolo di Plos che aggiorna le statistiche di RB:
On the other hand, we suggest that they perform an important social function by exposing and explaining scientific content that is inaccessible to the general public due to the constraints of paid access scientific journals in a transition context permeated by the effort to the greater access to scientific knowledge.(1)

(1) Fausto, S., Machado, F., Bento, L., Iamarino, A., Nahas, T., & Munger, D. (2012). Research Blogging: Indexing and Registering the Change in Science 2.0 PLoS ONE, 7 (12) DOI: 10.1371/journal.pone.0050109
(2) Evans P. & Krauthammer M. (2011). Exploring the use of social media to measure journal article impact., AMIA ... Annual Symposium proceedings / AMIA Symposium. AMIA Symposium, 374-381. PMID:

Nessun commento:

Posta un commento