Network Bar

sabato 14 giugno 2014

Fine del secolo, 1984

Morte
Venti sintetici hanno spazzato via
La polvere della sostanza, ma questa stanza
Rimprovera il costante raggio violetto
E senza polvere sparge una polverosa oscurità.
Naufragati nell'antiquato passato
Lie Nord e Hillard, Virgilio, Orazio,
Le ossa di Shakespeare sono tranquilli, finalmente,
Morti come Yeats o William Morris.
Non hanno i detenuti guadagnato il loro riposo?
Hanno attraversato un centinaio di cerchi
Lamentandosi della classica ricerca
E, in ogni inevitabile giorno,
Illogicamente provando a collocare
Una palla in uno spazio vuoto.

Nascita
Ogni perdita è ora un guadagno
Per ogni occasione deve seguire una ragione.
Un palazzo di cristallo incontra la pioggia
Che cade nella sua stagione designata.
Nessun libro disturba la linea lucida
Per gli studiosi abbronzati dal sole che sintonizza il loro pensiero
Alla Stazione Telepatica n.9
Da cui essi apprendono giusto quello che dovrebbero:
Le scienze utili; le arti
del televenditore, e lo spagnolo
Come registrato nelle zone Occidentali;
La cremazione mentale che deve bandire
Reliquie, filosofie e raffreddore -
Dieci anni di letargia(1).

La fenice
Sono morti dei mondi, che possano vivere,
Che possano ricoprirsi delle loro piume più eque
E le loro più limpide canzoni possano dare
Il benvenuto a tutte le tempeste spontanee.
Il collega di Bacon è chiamato Einstein,
Huxley distribuisce il cibo platonico,
I raggi ultravioletti sono il solo bagliore
Battezzato nell'umore moderno,
In questa casa, se non in nessun'altra,
Passato e futuro possono convenire,
Ognuno con se stesso, ma anche con l'altro
In una curiosa armonia,
Trovando entrambi un luogo adeguato
Nell'abbraccio dell'abito da sera.(2)
La moglie di Orwell, Eileen O'Shaughnessy, è originaria di South Shields e frequenta la Sunderland High School. Eserciterà una grande influenza su Orwell. In particolare ispirerà La fattoria degli animali.
A scuola Eileen scrive un poema distopico ambientato trent'anni più tardi. Nel poema sono presenti tematiche che si ritrovano in 1984, a cominciare dal titolo.
Sebbene sia opinione comune che il titolo del romanzo di Orwell sia un'inversione di 1948, l'anno in cui fu pubblicato.(3)
(1) Il verso originale suona così Manana-minded ten-year-olds. Il problema è stato chiarire il senso di manana-minded: manana è un'espressione spagnola che può essere tradotta come a domani, e già questo iniziava a darmi il senso del rinviare a domani. Letargia, quindi, è la traduzione migliore dell'atteggiamento descritto da Eileen Blair nell'ultimo verso di questa seconda stanza. Per maggiore conferma, per esempio, l'autore di questo post scrive I am going so slowly on this that I am being forced to acknowledge that I’m just lazy. riassumendo più avanti questo atteggiamento come manana-minded.
(2) Mia traduzione di End of the century, 1984
(3) Da Alice in Sunderland di Brian Talbot, traduzione di Alessandra di Luzio e Gino Scatasta

Nessun commento:

Posta un commento