Network Bar

venerdì 12 aprile 2013

Intervista per Mathematical Instruments

Mathblogging.org, l'aggregatore di blog matematici (e non solo), sul suo blog su wordpress ha iniziato da alcuni mesi una serie di interviste ai blogger matematici e questa volta è toccato al sottoscritto! Qui sotto vi presento la traduzione in italiano dell'intervista:
A parte dropsea, in quali posti come altri blog, twitter, Google+, Facebook, ecc, ti possiamo trovare?
Ho un blog su Field of Science (Doc Madhattan) e puoi trovarmi anche su twitter (@ulaulaman) e Google+. Sono anche su tumblr e alcune volte scrivo per Lo Spazio Bianco, una rivista web amatoriale sui fumetti. E recentemente ho iniziato a provare the Old Reader (profilo)!

Puoi raccontarci qualcosa su di te? Ad esempio, da dove vieni (sia geograficamente sia filosoficamente)? Quale è il tuo retroterra (scientifico)? Ho studiato fisica in Italia, il mio paese, dove mi sono laureato (con un calcolo di una sezione durto) e dottorato (con un lavoro sulla teoria delle rappresentazioni proiettive) in fisica presso l'Università della Calabria a Cosenza. Circa cinque anni fa mi sono spostato a Milano per insegnare matematica come supplente. Due anni fa ho iniziato una collaborazione con il comitato che organizza l'edizione italiana delle Olimpiadi Internazionali dell'Astronomia. In questo caso il mio lavoro consiste nella progettazione e realizzazione del supporto web per gli studenti italiani, ma in questo periodo, a causa di una mancanza di fondi, la mia collaborazione è gratuita e legata agli impegni scolastici.

Quando e come hai scoperto per la prima volta i blog matematici?
Durante il mio primo anno come wikipediano: in cerca di una buona fonte ho scoperto Matem@ticamente di Annarita Ruberto. Una grande scoperta!

Quale è la storia dietro il nome del tuo blog?
Il primo nome del blog era Goccia a goccia, ma dopo la lettura di Dropsie Avenue, un romanzo a fumetti di Will Eisner, ho immediatamente deciso di celebrare questo grande libro con il mio blog, così ho optato per dropsea: in questo modo posso riferirmi al libro di Eisnet e al detto popolare una goccia nell'oceano.

Quando hai iniziato a bloggare? Perché hai iniziato?

Alla fine del 2002- Dopo i primi edit su Wikipedia, volevo un modo semplice per aggiornare la mia prima pagina web e il blog è sembrato un modo accettabile. La prima versione del blog (era essenzialmente personale) era aggiornata utilizzando un software installato sul mio computer, ma dopo un paio di anni ho aperto una nuova pagina sul server del mio dipartimento di fisica utilizzando un tiddlywiki. Finalmente, alla fine del 2007, mi sono spostato su blogger.

Su cosa scrivi?
Il mio blog è partito come blog personale, così continuo a scrivere di libri e fumetti, ma un po' alla volta ho iniziato a scrivere anche di fisica e matematica. I miei post scientifici trattano la storia della fisica e della matematica e a volte sulle ultime novità nel campo della ricerca.

Cosa ti sarebbe successo senza internet?
Non riesco a immaginare la mia vita senza internet: probabilmente non avrei lavorato per le Olimpiadi Italiane dell'Astronomia, ma davvero non so se sarei anche stato anche un insegnante...

Di cosa ha ancora bisogno internet?
E' necessario che i contenuti migliori emergano dal rumore, e un aggregatore come mathblogging.org è uno dei migliori strumenti per questo obiettivo.

I matematici sul web hanno...
La conoscenza matematica, che è uno strumento molto importante per leggere il nostro mondo.

Le tue letture quotidiane (matematiche o altre):
Innanzitutto la mia timeline su twitter. Quindi vado su mathblogging.org e scienceseeker.org per leggere sulla buona scienza. La mia altra passione è il fumetto, così di solito leggo le novità direttamente dai siti degli editori (DC Comics, Marvel, Dark Horse, Idw...). E settimanalmente leggo i post dei miei amici di web, gente come Peppe Liberti, Lucia Marino, Maurizio Codogno, Popinga e ovviamente Annarita!
Altri blog interessanti sono nella mia blogroll e tra i miei elementi condivisi su the Old Reader.

Nessun commento:

Posta un commento