Network Bar

venerdì 26 settembre 2008

Bulli, pupe e il colore dei soldi

Immagine di Una stagione selvaggiaUna stagione selvaggia, il primo romanzo della serie di Hap e Leonard, mi conferma solo una cosa: che Joe Lansdale è il re del pulp: la sua capacità di caratterizzare con pochi passaggi e poche battute i personaggi, le ambientazioni estreme e tipiche della periferia statunitense, le pistole, il sangue e quant'altro fanno del genere un piatto gustoso. Il tutto condito dalla sana filosofia pratica di Leonard, sempre pronto a criticare e non a torto, in questo caso specifico gli idealisti che vogliono riportare il Sessantotto nella fine XX secolo in cui è ambientato il romanzo.
Un ottimo romanzo da leggere d'un fiato.

Nessun commento:

Posta un commento