Network Bar

giovedì 16 dicembre 2010

Crowhead e il fumetto all'italiana

Siamo abituati a ritenere che il fumetto all'italiana sia quello bonellide o comunque il tascabile imposto al mercato da esigenze di risparmio economico (come nel caso del passaggio dal Topolino giornale a quello libretto). Eppure, all'estero, viene considerato fumetto all'italiana, nel senso di formato, ovviamente, il buon Diabolik. La dimostrazione di quanto asserisco viene dal terzo episodio di Crawhead, fumetto di Sean Hartter, e soprattutto il titolo che ha usato per presentare l'episodio (e il personaggio) ai suoi lettori: Italian fumetti style "Crowhead" vignette.
Crowhead è un eroe della preistoria, un personaggio alla Conan, di primo acchitto inquietante, con un umorismo di fondo, vedi ad esempio il primo episodio:

Le potenzialità per l'uso del personaggio, muto (e in un certo senso è anche corretto, non sapendo ancora se a quel tempo era stato sviluppato un linguaggio o meno), sono molte e si intravedono già dal secondo, romantico episodio:

Ora sul #355 di 2491 a.d., rivista di fumetti, esce la terza avventura di questo barbaro preistorico che gira per il mondo con un corvo in testa, disegnata nel formato di Diabolik: una sfida con una sua pari che si conclude in modo inatteso e molto ironico.

1 commento:

  1. The series this is published in is MEKANO TURBO - all in digest format and sexy like a real fumetti (but in english) --> http://www.merchline.com/fistful/productdisplay.11557.p.htm

    RispondiElimina