Network Bar

giovedì 2 luglio 2009

I giorni delle parole: l'errore che cancella tutto il resto

Indeciso tra stare in silenzio e parlare, decido alla fine di dire solo poche cose. Queste:

Questi esami di stato mi stanno sempre più convincendo che non sono fatto per fare l'insegnante. I giochi politici e le ipocrisie e le beghe che stanno dietro a tutto questo non sono fatte per me. L'ambiente è ancora più malato e per certi versi ancora più baronale di quello universitario.
Se non fosse che ho già preso l'impegno degli esami, sarei scappato.
Se non fosse che ho bisogno di lavorare, sarei scappato.
Spero solo di poter scappare il prima possibile.

Nessun commento:

Posta un commento