Network Bar

domenica 26 ottobre 2008

Lezione di economia latina

Cartiglio: quanto segue sarà difficilmente comprensibile a chi non abbia familiarità con il mondo degli affari antichi. Tanto più che ai nostri giorni tutto questo sarebbe impensabile: nessuno tenterebbe di vendere qualcosa di completamente inutile.

Caius Assurdus: Al momento attuale la domanda di menhir è praticamente zero. Bisogna dunque usare creatività per provocare nell'acquirente potenziale un bisogno dinamico... Scegliamo perciò gli elementi che ci permetteranno di circuire il nostro bersaglio...
La gente compera,
A: ciò che è utile;
B: ciò che è comodo;
C: ciò che è divertente;
D: ciò che fa invidia ai vicini.
D: ecco l'addentellato che ci interessa!
Una campagna impostata su una strategia di prestigio dovrebbe permetterci di far presa su una vasta clientela, suscettibile di assorbire rapidamente tutte le giacenze.
Otterremo l'identificazione immediata del prodotto con l'iterazione incessante delle qualità del prodotto stesso...
Possiamo definire le qualità come segue:
A: Inconsumabilità
B: Solidità
C: Altre...
Non faccio dunque un prospetto azzardato se indico come si svilupperanno ben presto i risultati più positivi.
Cesare: Eh?
Caius: Secondo me i menhir li venderai facile!

(da Asterix e la Obelix SpA, di Goscinny e Uderzo, dal volume Asterix - Le storie più belle, ed.Mondadori , trad.Fedora Dei)

Nessun commento:

Posta un commento