Network Bar

lunedì 4 luglio 2011

Wikipedia e la scienza

Ho già esplorato il rapporto tra Wikipedia e la scienza in un paio di occasioni (Rivoluzione irreversibile e L'importanza di Wikipedia nella salute pubblica). Ritorno sulla questione grazie a Moreno che via twitter ha segnalato questo genome digest di The Scientist, che ha una particolarità: presenta immagini tratte esclusivamente da Commons!
In particolare segnalerei alla vostra attenzione questa particolare immagine della famigerata E. Coli:
Realizzata dall'utente Mattosaurus e distribuita in pubblico dominio, l'immagine è anche finita in un lavoro scientifico (lo si può definire scientifico perché ha un doi associato: 10.5524/100001), distribuito anch'esso in pubblico dominio, e che semplicemente si riferisce al sequenziamento dell'E. Coli.
Mi sembra questo un bel modo, non solo di utilizzare Wikipedia, ma anche di aumentarne l'importanza e stimolarne un uso corretto e consapevole.
Però Wikipedia è anche un ottimo strumento didattico, quando viene utilizzato con intelligenza, ovviamente. Un modo interessante per sfruttare queste possibilità è, ad esempio, realizzare delle versioni multimediali delle voci wikipediane collegate con un dato argomento, come ho fatto ad esempio con l'E. Coli:
Ho realizzato questa sorta di presentazione utilizzando Qwiki, segnalato tempo fa da WikiCulture. Alla fine della presentazione potrete notare un piccolo box in basso a sinistra dove Qwiki ci segnala le fonti della presentazione, che non si limitano alla sola Wiki.
Esaminiamo, ora, il Qwiki dedicato al Sole, realizzato con la chiave Sun (il progetto è in questa fase in inglese):
Quando realizziamo la nostra presentazione (quella incorporata non presenta le opzioni di cui sto per riferirvi), c'è la possibilità di vedere se questa è composta da altri Qwiki e di leggere il testo che la compone utilizzando la scheda contents e di segnalare eventuali miglioramenti al Qwiki stesso usando la scheda improve this qwiki.
Cosa manca al progetto? La possibilità di produrre contenuti in tutte le lingue innanzitutto, e poi la possibilità di selezionare noi le risorse da cui attingere per realizzare il qwiki che ci serve, ma credo che questo arriverà sicuramente con il tempo.

Nessun commento:

Posta un commento