Network Bar

domenica 6 novembre 2011

La risposta di Emanuele Mastrangelo

Dopo aver letto la mia ricostruzione, Emanuele Mastrangelo risponde a quel post con un lungo commento, che riporto a sua volta in un post apposito perché credo sia giusto proporre in questo modo (senza contare che a volte il sistema anti-spam di blogspot i commenti lunghi nella cartelletta apposita anche dopo la pubblicazione...) la sua ricostruzione dei fatti. Dopo molto pensare ho anche deciso di non aggiungere ulteriori commenti, lasciando al lettore facoltà di trarre le proprie conclusioni. Resto comunque a disposizione anche degli altri protagonisti della vicenda per dare loro possibilità di chiarire ulteriormente l'argomento in una situazione sicuramente più mediata come può essere quella di un blog.
Buona lettura:
Caro Gianluigi,
apprezzo la pacatezza del tuo discorso, ma incorri in una serie di errori.

Sui primi due blocchi, nulla quaestio, se non che il blocco per "attacchi personali" a Jaqen fu causato da un comportamento sprezzante e disonesto dell'admin in questione, che rifiutò di rispondermi e di assolvere ai suoi doveri - secondo "libretta" wikipediana, fino a provocare la mia risposta per ovvio esaurimento nervoso (tanto lui i pulsantini ce l'ha, io no...).

Sul primo blocco "per le fonti" rilevo che:

1) fui accusato d'aver "taroccato" le fonti su Luciano Garibaldi e Franco Bandini. Le "prove": una traduzione in inglese di un libro di Luciano e uno scritto di Bandini degli anni Settanta. Peccato che con Garibaldi io ci lavoro (e mi ha confermato che la pensa come me) e Bandini negli anni Ottanta cambiò idea e divenne capofila della tesi che portavo avanti.
Dunque io non falsificai nulla, semmai alcune fonti furono forzate contro di me per "farmi fuori".
Aggiungo anche che io non sostenni affatto la "mia" (che poi non è mia, và) tesi CONTRO le altre, ma sostenevo una versione NPOV, con linguaggio neutrale e che desse conto di entrambe le versioni storiografiche, quella della vulgata e quella revisionista.

Va anche aggiunto che nel processo-farsa io stesso pizzicai Montesacro che traduceva alquanto... liberamente un brano da google libri, e altri due forcaioli che citavano quel libro una frase sì e due no. Questo, a casa mia, si chiama "taroccare le fonti". Ma nessun provvedimento fu preso nei loro confronti.

Per il secondo blocco - quello definitivo - non c'è molto da aggiungere a quello che hai letto su "Storia in Rete". Io fui bloccato per la denuncia di un troll che cercò di dimostrare che "citavo le fonti in maniera falsa". Per provare questa cosa, citò a sua volta Oliva e Rusconi a pezzi e bocconi (con la qual cosa ovviamente si dimostra anche che il primo è un cuoco e il secondo un noto astrofisico). Mi venne dato il tempo di una risposta e prima che altri potessero dire "amen" partì il blocco.
Il tutto SENZA che io avessi fatto la minima modifica in NS0, ma solo perchè stavo ammucchiando fonti su fonti in discussione per sostenere la necessità che Wikipedia accogliesse la categoria storiografica della Guerra Civile in Italia (categoria accettata da TUTTA la storiografia italiana tranne quella schierata all'estrema sinistra).
Nota anche che due di coloro che intervennero ex post per difendermi sono stati bloccati, ed altri minacciati di provvedimenti similari, dopo che tutti avevano ampiamente dimostrato che non c'era stata falsificazione.
La condanna era dunque giunta per "incompatibilità col progetto". E per "progetto" devi leggere "con noialtri che ce la cantiamo e ce la suoniamo".

Questi sono i fatti.

Un'ultima cosa. Nonostante alcune recenti illazioni da parte dell'utente Sandrobt, TUTTI i miei contributi sono ampiamente in NS0: il mio lavoro su Wikipedia non è stato sottoposto ad alcun repulisti come ci si sarebbe dovuto aspettare nel caso di un "falsificatore di fonti". E sì che la cosa era stata chiesta anche da utenti influenti come Montesacro e Sergio (blackcat). Eppure, sta tutto là.
Direi che ciò basta per dimostrare quanto io fossi "dannoso" al progetto.

A disposizione per ogni ulteriore chiarimento.
Emanuele Mastrangelo

3 commenti:

  1. Caro Gianluigi, non so se può interessare, ma oggi su Wikiperle hanno parlato del mio caso, aggiungendo una serie di elementi che nemmeno io conoscevo e che hanno del sorprendente. Un caro saluto, ema

    RispondiElimina
  2. eccolo. Meravigliose le risposte di Sandrobt.

    http://wikiperle.blogspot.com/2011/11/quel-che-succede-in-chat-regia-di.html

    Uno che è sicuro che i miei contributi siano "fascisti", ma che continua ad insistere che la politica non c'entra nulla col ban... Direi che dopo altri suoi degni compari, Sandro merita una bella medaglia di bronzo (come la sua faccia del resto) in "arrampicata sugli specchi".

    ema

    RispondiElimina