Network Bar

venerdì 21 febbraio 2020

Nato astronauta

Al di là del genere specifico dei Bang Bang Romeo, il registro vocale di Anastasia Walker, leader e voce del gruppo, è indubbiamente quello dell'R&B. Attivi almeno dal 2010, il trio, completato da Ross Cameron e Richard Gartland, ha da poco rilasciato (dicembre 2019) un album che è tutto un programma, A heartbreaker's guide to the galaxy, che effettivamente mescola diversi stili musicali. Effettivamente mi sono avvicinato a questo giovane gruppo con i loro pezzi più R&B, come ad esempio Shame on you, ma in questa occasione voglio soffermarmi su un piccolo pezzo di bravura, anche esecutiva, che in qualche modo potrebbe segnare la nostra stessa epoca: Natural born astronaut. Il punto è che, come molti dicono in giro, è probabile che al momento sulla Terra siano in circolazione i primi astronauti che metteranno piede su Marte.
D'altra parte una delle cose che mancava in Lunar City era proprio la sfida più importante che i ricercatori stanno affrontando: andare incontro alle esigenze degli astronauti durante una permanenza molto lunga nello spazio. Le difficoltà, infatti, sono molte: si va dalla protezione dalle radiazioni, alla perdita di calcio, senza dimenticare una corretta alimentazione, da abbinare anche a cibi che risultino anche confortevoli alla vista, in modo da rendere l'esperienza il più simile possibile a quella terrestre. Una parte di queste sfide le ho raccontate in Vita da astronauta, nella serie de Le grandi domande della vita. In quell'occasione, però, non ho citato la ISSespresso, una macchinetta per preparare il caffè espresso sulla Stazione Spaziale Internazionale sviluppata da Lavazza e Argotec, che hanno anche realizzato delle tazzine apposite dove poter versare il caffè appena uscito dalla macchinetta, senza che il caffè stesso inizi a fluttuare in giro per la stazione, magari causando qualche danno all'elettronica.
E con questa rassicurante immagine, vi lascio alla performance live dei Bang Bang Romeo:

1 commento: