Network Bar

giovedì 1 agosto 2019

La lunga corsa

Dopo lo stacco abbastanza lungo subito dopo Pasqua, arriva quello più atteso, quello estivo. Così, dopo il solito viaggio di attraversamento dell'Italia, rieccomi qui in Calabria. C'era soprattutto una cosa che mi premeva notare quest'oggi: come il mese di luglio di quest'anno sia stato una vera e propria corsa, per quel che riguarda le pubblicazioni. Sin dall'inizio dell'anno mi ero posto come obiettivo quello di migliorare il già buon risultato dello scorso anno: dopo due anni un po' giù, conseguenza dei problemi di salute di mio padre, conclusisi nel peggiore dei modi, che peraltro erano stati preceduti da un 2015 che, dopo diversi anni, era andato decisamente calando rispetto al ritmo precedente, con il 2018 non solo sono riuscito a superare la quantità di post del 2015, ma anche a ritornare sopra quota 200. Un'ottima mano l'hanno data una maggiore cadenza nelle rubriche, ma anche il desiderio di voler reagire ai due anni precedenti. Non è un caso che il 2018 ha avuto una ripresa molto lenta, in particolare nei primi 4 mesi dell'anno.
Così per il 2019, nonostante una situazione ancora non risolta che ha concluso il 2018, mi sono dato come obiettivo quello di ripetere il 2018 e superarlo il prima possibile. In corso d'opera, però, è subentrato un secondo obiettivo: quello di cercare di avvicinarmi il più possibile a uno dei tre anni record del blog, il particolare il 2010 con i suoi 309 post. Non sarà facile, soprattutto perché gli ultimi 3 mesi del 2010 sono stati particolarmente ricchi di contenuti, ma sicuramente ci proverò. E soprattutto proverò a incastrare questa sfida non solo con il lavoro, ma anche con il resto degli altri blog, iniziando dal Caffè del Cappellaio Matto sul network de Lo Spazio Bianco, senza dimenticare Doc Madhattan, su cui ho ripreso a scrivere da poco, o la mia "colonna" su Mathematics in Europe che dovrebbe riprendere a settembre.
Spero, in tutto questo, di non scoppiare né di voler strafare con il solo obiettivo di far tacere un altro po' il dolore: sarà difficile, come ogni giorno da quella fine di agosto del 2017.

Nessun commento:

Posta un commento